Le lacrime

7 aprile 2016
Condividi su

 

dialoghi-veri-che-sembrano-finti-elena-borghi

 

«Come stai?»
«Bene»
«E dietro quel “bene” mica lo so cosa c’è. Spiegati meglio»
«C’è che mi salgono spesso le lacrime agli occhi»
«E questo è bene?»
«Sì che lo è! Non mi succedeva da tanto. Mica è normale non piangere mai»
«No, credo di no. Quindi son giorni duri?»
«Un po’. Forse. Giorni di bene e giorni duri, al contempo»
«Dici possa essere possibile?»
«Io ne sono la prova vivente»
«Eppure emani luce sai?»
«So»
«E come fai a saperlo?»
«Essere triste mi costringe a tirar fuori il meglio»
«Tipo che fai riderissimo?»
«Tipo, sì»
«Allora cosa dovrei fare? Augurarti le lacrime?»
«Le lacrime non sono per sempre. Tornerò ben presto a essere la solita che non piange e che non fa ridere. Però la luce, quella, la tengo con me. Sissammai».

Tratto da “Dialoghi veri che sembrano finti” un libro che non esiste ma che, un giorno, scriverò. Pag.7