ALTROVE – creature di carta e illustrazioni di Elena Borghi

11 settembre 2017
Condividi su

Altrove-invito-elenaborghi

Elena Borghi crea ALTROVE, un luogo non luogo che parla anche del qui e dell’ora, della compenetrazione tra visibile e invisibile per molti, che l’artista riconosce come il proprio habitat creativo.

ALTROVE non è solamente entrare in questo luogo non luogo reso accessibile dalla produzione creativa. Non è solo il racconto di un’anima inquieta che scava con le mani sino al cuore della madre terra per far germogliare fiori di carta, che rovista nel nero per tessere trame d’inchiostro, che indaga il Tutto per specchiarlo sul tangibile.

ALTROVE è soprattutto una riverenza alla vita, è la volontà di entrare in comunione con se stessi dando e dandosi amore incondizionato, è guardare oltre le cose che si giudicano pecche per osservare nel cuore, nel nucleo di se stessi.

Così il Creato non è più fuori o separato dall’Io, ma è l’Io.

La Natura non è più qualcosa da guardare ma è qualcosa da essere.

ALTROVE è un percorso che porta alla scoperta d’amore che la comunione con se stessi incarna, quell’impulso alla vita che sa far germogliare in splendidi giardini anche il cemento.

ALTROVE è un viaggio avventuroso che l’artista vuole fare insieme a te, l’osservatore, prendendoti per mano, senza timore, indagando il buio del femminile più profondo e potente, indossando la luce irradiante del maschile, sperimentando l’amore a prima vista verso il proprio e l’altrui divino, comprendendo che le lacrime sono il dolce nettare di un fiore che è in bocciolo: la tua anima.

ALTROVE vuole trasformare la paura in altro, qualcosa di potente e tenace, affinché tu possa essere essenza divina in recipiente terreno.

Scarica il comunicato stampa della mostra QUI

 

elena-borghi-portrait-by-chiara-mirelli

PH: Chiara Mirelli

MUA: Piero Marsiglio

 

 

altrove-locandina-elena-borghi