Capodanno 2014: che sia orchidea raggiante di Credo, per tutti

31 dicembre 2013
Condividi su

 

capodanno-2014-colore

Colore dell’anno 2014 by PANTONE. Leggi maggiori info QUI

 

A me questo Duemilatredici è piaciuto tanto. Mi è piaciuto da subito, da quando ho scoperto che potevo chiamarlo DuemilaCredici. E infatti è stato l’anno del ho creduto a, dell’avevo creduto di, del credo che.

Ho creduto a:

. certe bugie che sembravano verità

. parole prive di fatti

. promesse travestite da inganni

. me stessa ma con i tappi

Avevo creduto di:

. sapere chi ero e dove stavo andando

. avere sempre coraggio

. aver risolto ogni guaio prendendo casa nell’Iperuranio

. veder lanterne ma scoprire che eran lucciole (e viceversa)

Credo che:

. la morte non sia la fine

. ognuno, prima o poi, farà i conti con se stesso

. siamo tutti chiamati all’azione per il cambiamento

. non esistono persone cattive, solo modalità diverse dalla mia

. comunque, ogni tanto, lo stronzo si possa anche incontrare

. essere ottimisti non voglia dire “Andrà tutto bene” ma “Devo lavorare per creare il bene”

Ma, soprattutto, nel Duemilaquattordici voglio esser sempre più come l’acqua che scorre, che non oppone resistenza, che non è muro e che non può esser fermata.

Come l’acqua voglio andare là dove desidero senza che nulla mi si opponga. Come l’acqua voglio continuare a esser paziente e, come goccia, consumare la pietra. Come l’acqua saprò arginare gli ostacoli laddove io non riuscirò a superarli.

Come quando immergi una mano nell’acqua e senti solo una carezza, così voglio essere.

Così è, se ci credi, il mio augurio anche per te.