La Donna è Mobile? Live performance e beneficenza al Fuori Salone 2014

4 aprile 2014
Condividi su

 

ladonnaemobile-fuorisalone-salonedelmobile-2014

 

LIVE PERFORMANCE DI ELENA BORGHI MERCOLEDì 9 APRILE, DALLE 10 A FINE LAVORO: un vestito di gabardine bianco si trasformerà in un pezzo unico, interpretazione della donna e del suo universo meraviglioso secondo la sensibilità dell’artista. 

 

Chi mi segue lo sa che amo le donne, sono felice di esserlo e mi commuove profondamente il ruolo che l’essere umano femminile incarna. Ecco, amo tutto questo perché vivo la mia femminilità da persona libera. Libera di essere, di agire, di pensare, senza vincoli apparenti, pur riconoscendo le sordide violenze che società e religione hanno perpetrato nel passato e continuano a instillare subdolamente nella sotto corteccia cerebrale di uomini e donne.

Anche per una donna fortunata come me, queste egregore scorrette e svilenti sono tanto difficili da individuare quanto radicate nell’inconscio. Figurati cosa dev’essere provare a estirparle quando, diversamente, la violenza ti si propone di continuo, magari fin dai primi giorni di esistenza su questa terra.

Chi mi segue sa che cerco di proporre uno stile di crescita e di sviluppo individuale fondato sull’autoanalisi, su una ricerca che parta dall’Io, non certo dal vittimismo o dall’autocommiserazione. Preferisco mettere in evidenza un concetto fondamentale: la consapevolezza che puoi scegliere di evitare la violenza.

A volte però c’è bisogno di un aiuto per cominciare una nuova esistenza.

Così, in occasione del Salone del Mobile 2014, tre aziende italiane propongono un evento speciale per essere risposta concreta al bisogno d’aiuto di donne vittime di violenze. CASTOR, terzista di grande esperienza sartoriale, LUBIAM, leader nel menswear d’alta gamma e PASOTTI OMBRELLI, storica azienda italiana capace di dettagli creativi famosi in tutto il mondo, hanno avuto l’idea di coinvolgere sei artisti e chiedere a ognuno di loro una performance live al giorno, dal 8 Aprile a fine Salone, in via Gaspare Bugatti 13, a Milano, in piena zona calda del Fuori Salone, in quartiere Tortona.

Lo speciale evento si chiamerà “La Donna è Mobile?” titolo dal ruolo apparentemente coerente con il Salone del Mobile 2014 ma che, invece, afferma con forza il contrario; la donna moderna deve poter avere l’opportunità di scegliere dove e come stare: non è oggetto, non è piuma al vento vittima di correnti che non ha scelto.

La musica da seguire è chiara e risiede in ogni essere umano, che tu sia uomo o donna. Il Centro di Aiuto alla Vita-Onlus di Mantova nasce nel 1981 per dare ascolto, accoglienza, ospitalità e protezione a donne, madri e bambini vittime di violenza o qualsiasi altra forma di discriminazione. È tra i sei centri anti violenza lombardi chiamati a far parte del Tavolo Regionale Antiviolenza e, nelle proprie accoglienze, può ospitare 12 nuclei famigliari costituiti da mamme e bambini. È questa l’associazione d’aiuto che le tre aziende hanno scelto per offrire il ricavato delle opere che verranno realizzate dai diversi artisti durante la Design week.

E sei saranno gli artisti che hanno sposato la causa benefica; oltre  a me, Caterina Gatta, Dzemal Mahmutovich, Giulia Ranzanici, Micol Sabbadini, Stuart Semple. Ognuno di noi avrà a disposizione una giornata di lavoro nel lucente cubo bianco che è lo show room CASTOR per personalizzare un abito o un ombrello anonimi, da riempire con il concetto e la visione personale del senso profondo dell’essere una donna capace di volare oltre i preconcetti sociali.

Niente femminismo, solo buon senso. La Borghi vi aspetta il 9 Aprile dalle 10 del mattino fino a lavoro ultimato.

Hashtag condivisi: #fuorisalone #salonedelmobile #ladonnaemobile

MAGGIORI INFO SULL’EVENTO QUI

invito_closing_party_fuori_salone_2014