La donna è mobile? Installazione “squAMATI” live performance durante FuoriSalone 2014

22 aprile 2014
Condividi su

 

#setdesign #papercraft #illustration #livepainting #design

 

“Non devi sottovalutarti, soprattutto davanti agli uomini perché l’autoironia va bene fino a un certo punto. Anzi, guarda, sei proprio stupida.” 

cit. Nonna Irene – il vestito “squAMATI” lo dedico a te, la più cinica del mondo, che manchi ogni giorno, che sapevi darmi la carota e la mazzata contemporaneamente e tanto bene. Tua Lela.

 

PER ACCEDERE ALL’ASTA ONLINE CLICCA QUI

 

In occasione del Salone del Mobile 2014 Castor Lubiam e Pasotti, tre aziende leader dell’imprenditoria italiana, organizzano l’evento benefico “La donna è mobile?”. A questa domanda, che nasce per scardinare un’egregora, rispondono cinque artisti che, susseguendosi uno al giorno per tutta la durata del Fuori Salone, risponderanno con la propria idea di donna.

 

squamati-installazione-elena-borghi-fuorisalone

“squAMATI”, installazione di Elena Borghi per “La donna è mobile?”. Foto tratta da profilo Instagram

 

Ogni artista è chiamato a realizzare live la sua visione del mondo femminile, all’interno dello show room Castor, scegliendo il supporto preferito: vestito di donna, giacca da uomo o ombrello.

Elena Borghi sceglie come tela bianca un vestito confezionato da Castor sul quale dare vita a “squAMATI” un’installazione che vuole essere inno alla donna istintiva, preziosa e libera.

 

squamati-elena-borghi-live-painting-work-in-progress

“squAMATI” Elena Borghi work in progress.

 

“squAMATI” è un costume armatura, nella quale la donna può trovare tutto quello che le serve per affrontare le prove della vita.

“squAMATI” racconta una donna consapevole della capacità di rinnovarsi attraverso squame che sembrano cambiare pelle proprio nel momento in cui l’osservatore si trova davanti all’opera.

 

"squAMATI" Elena Borghi work in progress.

 “squAMATI”, Elena Borghi work in progress.

 

La donna contemporanea ha tutti gli strumenti per volare verso la direzione che fa rispondere alle profonde ragioni per cui si trova su questa terra; ha tutti gli strumenti per riuscire a non scegliere la violenza perché conscia del proprio valore, espresso dall’oro.

Il suo essere è capace di cose, pensieri e azioni meravigliosi. Essa può tutto, anche il non visibile, grazie alla forza del proprio istinto.

 

"squAMATI" Elena Borghi work in progress.

 Foto work in progress “squAMAMI” tratta da profilo Instagram Elena Borghi

Attorno al capo fioriscono idee, rappresentate da rami vivi di foglie colorate, quadrifogli scintillanti e affiorano ricordi, con occhi che hanno pianto, bocche che hanno conosciuto il piacere, piccoli scarafaggi neri che hanno portato saggezza e conoscenza.

 

squamati elena borghi work in progress

 Foto work in progress “squAMAMI” tratta da profilo Instagram Elena Borghi

 

Ogni essere vivente è prezioso e capace di rinnovarsi a ogni esperienza ma il punto fondamentale della donna secondo Elena Borghi è non dimenticare mai di compiere le sue scelte con amore verso se stessa. “squAMATI” urla alle donne l’imperativo di amarsi, nonostante tutto, nonostante tutti.

 

"squAMATI" Elena Borghi work in progress.

 

 

 

Breve intervento di Elena Borghi al microfono di la7d nello speciale FuoriSalone2014 (al minuto 36:50)

>>>CLICCA QUI<<< per vederlo

 

Fuori Salone — Milan Design Week 2014 at Showroom Castor.

“La donna è mobile?” five artists revealing women.

Le opere realizzate verranno vendute all’asta e i proventi andranno a favore del Centro di Aiuto alla Vita onlus di Mantova. 

PER ACCEDERE ALL’ASTA ONLINE CLICCA >>> QUI

Photo, video directed and edited by Alessandro Migliore