Ribellismi

26 aprile 2014
Condividi su

 

cosa leggere vacanza estate

«Il Ribelle è deciso ad opporre resistenza, il suo intento è dare battaglia, sia pure disperata. Ribelle è dunque colui che ha un profondo, nativo rapporto con la libertà, il che si esprime oggi nell’intenzione di contrapporsi all’automatismo e nel rifiuto di trarne la conseguenza etica.

Il Ribelle è un modo di essere. È colui che per natura oppone resistenza all’automatismo del Sistema; per natura il suo Io vuole liberarsi dalla massa, sconfiggendo l’angoscia e la paura incusse dal Leviatano. Il Bosco non è un luogo fisico ma una condizione spirituale. Passare al Bosco per Jünger significa entrare in una condizione assoluta che renda l’Uomo cosciente della sua Libertà in modo tale da vincere prima dentro di sé e poi fuori le illusioni e gli inganni del mondo, affermando il controllo supremo del singolo sulla sua coscienza e la supremazia sulla materia.»

“Trattato del Ribelle” di Ernst Jünger, 1952.