Interior design: “Faun’s Room” e il potere dell’introspezione

3 marzo 2013
Condividi su

 

Vetrina “Faun’s Room”. Progetto di Elena Borghi per Studio Andreani

 

Il Fauno è una creatura mitologica, una delle più antiche divinità italiche, inizialmente dio della campagna poi affiancato al culto del dio Dioniso (Bacco per gli antichi romani).

Sarebbe stato il terzo re preistorico dell’Italia, dopo la morte gli vennero dedicati molti onori e venne venerato come dio dei boschi, protettore delle greggi e degli armenti. Secondo altre fonti, i Fauni sarebbero stati antichi pastori, protettori di greggi dagli attacchi dei lupi, abitanti, ai primordi del mondo, nel territorio sul quale verrà fondata Roma.
In realtà quella del Fauno è una figura molto positiva, per nulla malvagia, demonizzata in seguito dalla Chiesa che voleva contrastare i culti pagani.

La “Faun’s Room”, stanza del Fauno, vuole poter conferire i poteri della divinità a chi la possiede. Proteggere i propri beni dagli attacchi dei lupi nell’era moderna corrisponde a essere più forti della crisi.
La Consolle Faun rappresenta un luogo di introspezione che aiuta a guardare le mille facce che compongono il proprio Io. Per questo vuole poter essere luogo di crescita interiore, di autoanalisi e di raccoglimento ove fissare pensieri e scelte.

Ho progettato la “Faun’s Room” con la volontà di donare il potere di compiere le scelte giuste a chi la possiede purché dotato di capacità di dialogo con se stesso talmente profondo da aver sviluppato un istinto raffinato e infallibile. A te, che sai di cosa sto parlando, è dedicato questo oggetto di potere.

Tecnicismi: Consolle Faun è scolpita a mano, rivestita in pelliccia ecologica di montone e disponibile in differenti varianti colore.

Per ulteriori informazioni chiedi QUI.

Per vedere altre foto della Consolle Faun clicca QUI.