Un tram chiamato bacillo

5 aprile 2013
Condividi su

 

Sono in tram.

Una mamma siede il suo bambino di circa quattro anni e va a obliterare.

Appena fuori dalla visuale della mamma il bambino comincia a leccare furiosamente il palo a cui è attaccato con le manine e al quale ogni giorno si attaccano a centinaia e che, con tutta probabilità, non viene lavato dall’86.

Appena la mamma si gira nuovamente verso di lui lo trova composto. Non sospetta nulla.

Lui mi guarda con sguardo complice e io devo aggiungere una verità ingombrante al mio archivio personale.